CONCILIAZIONE GIUDIZIALE EX ART. 185 BIS CPC

L’art. 185 bis cpc, ‘Proposta di conciliazione del Giudice’, recita: ‘Il giudice, alla prima udienza, ovvero sino a quando è esaurita l’istruzione, deve formulare alle parti una proposta transattiva o conciliativa. Il rifiuto della proposta transattiva o conciliativa del giudice, senza giustificato motivo, costituisce comportamento valutabile dal giudice ai fini del giudizio‘.

Si introduce, quindi, la conciliazione giudiziale, estromessa dal codice di procedura civile, ora reintrodotta dal Decreto del Fare, in forma imperativa.

Si tratta di un istituto che rientra a pieno titolo nella scia dei recenti interventi del del governo, volti a ridurre il contenzioso, evitando la pubblicazione di sentenze e disincentivando le liti.

L’articolo 185 bis introduce dunque la conciliazione giudiziale che dovrebbe scoraggiare le parti a ricorrere in giudizio. L’avvocato sarà gravato di un ulteriore responsabilità nell’istruzione di una domanda giudiziale, dovendo valutare attentamente il rischio di esporre il suo assistito ad una inevitabilmente proposta conciliativa del giudice, che peserà non poco sullo svolgimento dell’intera procedura.

Con questa norma, il Giudice è obbligato, fino a che non sia chiusa l’istruttoria, a formulare alle parti una proposta transattiva o conciliativa, nella quale si potrebbero intravvedere i possibili sviluppi di una successiva sentenza.

E’ chiaro, quindi, che gli avvocati interessati dovranno valutare attentamente la proposta del giudice, attese le conseguenze che ne deriveranno in caso di rifiuto della stessa senza giustificato motivo.

Purtroppo in corso d’opera il testo in vigore è stato emendato e se il Senato convertirà senza modifiche avremo un art. 185 bis cpc completamente stravolto, sia nel testo che nella portata e sicuramente diventerà un altro ramo morto del nostro codice di procedura civile.

Art. 77 (Conciliazione giudiziale)

questo il testo in vigore:

1. Al codice di procedura civile sono apportate le seguenti
modificazioni:

a) dopo l’articolo 185 e’ inserito il seguente:
“185-bis. (Proposta di conciliazione del giudice) – Il giudice,
alla prima udienza, ovvero sino a quando e’ esaurita l’istruzione,
deve formulare alle parti una proposta transattiva o conciliativa. Il
rifiuto della proposta transattiva o conciliativa del giudice, senza
giustificato motivo, costituisce comportamento valutabile dal giudice
ai fini del giudizio.”;
b) all’articolo 420, primo comma, primo periodo, dopo la parola
“transattiva” sono aggiunte le parole “o conciliativa”; allo stesso
comma, secondo periodo, dopo la parola “transattiva” sono aggiunte le
parole “o conciliativa”.

questo il testo emendato:

Il giudice, alla prima udienza, ovvero sino a quando è esaurita l’istruzione, «formula alle parti ove possibile, avuto riguardo alla natura del giudizio, al valore della controversia ed alla esistenza di questioni di facile e pronta soluzione di diritto» una proposta transattiva o conciliativa.

Si propone altresì la soppressione del secondo periodo della norma indicata (che dispone: «Il rifiuto della proposta transattiva o conciliativa del giudice, senza giustificato motivo, costituisce comportamento valutabile dal giudice ai fini del giudizio»).

Infine, per evitare le ipotizzate problematiche connesse all’imparzialità del giudice che formula una proposta transattiva o conciliativa, si propone l’introduzione del comma 2 in base al quale «La proposta di conciliazione non può costituire motivo di ricusazione od astensione del giudice».

About these ads

No comments yet

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.241 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: